Muffin vegani ai mirtilli

Piccoli, sani, sfiziosi, adatti anche ai più piccoli, questi muffin sono tra le preparazioni più buone che ho provato negli ultimi mesi. Vi lascio la ricetta!

INGREDIENTI:

• 150 g farina 0

• 100 g farina di farro

• 80 g zucchero di cocco

• 10 g di lievito per dolci

• un cucchiaino di cannella

• 180 g mirtilli freschi ( o congelati)

• 100 ml olio bio semi di girasole

• 200 ml latte vegetale

• 2 uova bio

• 1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

Inserite i pirottini da muffins nell’apposita teglia.

In una ciotola mescolate tutte le farine con il lievito, lo zucchero di cocco e la cannella, aggiungete anche i mirtilli.

In un dosatore per liquidi unite l’olio di semi di girasole, il latte veg e le due uova, sbattete leggermente e unite al composto precedente; mescolate il tutto.

Trasferite l’impasto nei pirottini riempiendoli per due terzi e infornate in forno caldo, cuocete per 25 min.

Estraete dal forno e fate raffreddare completamente prima di consumarli.

Annunci

Torta alle mandorle

Una torta buona e profumatissima che si prepara in pochissimi  minuti, adatta anche per i bambini perché contiene pochi zuccheri e ingredienti genuini. Insomma da  provare assolutamente!

img_2416-1img_2418-1

INGREDIENTI:

  • 250 g farina integrale
  • 50 g di farina di mandorle
  • 150 ml latte di mandorla
  • 100 ml di olio di cocco
  • 80 g zucchero di cocco
  • 2 uova bio
  • 8 g lievito per dolci

PREPARAZIONE:

Setacciate la farina con il lievito e lo zucchero di cocco, aggiungete la farina di mandorle e tenete da parte.

In un dosatore per liquidi unite l’olio di cocco, il latte di mandorla e le uova, sbattete bene il composto e unitelo nella ciotola con le polveri.

Amalgamate il tutto per bene e versate in uno stampo da 20 cm unto e infarinato o rivestito di carta forno e infornate in forno pre riscaldato a 180° per 40-45 minuti o fino a che uno stecchino inserito nel centro non esce asciutto.

Estraete dal forno e trasferite la torta su una gratella per dolci e fate raffreddare.

Pane con farina di castagne, nocciole e fave di cacao 

Un pane particolare, adatto per la colazione, magari tostato con un po’ di miele, oppure accompagnato da una selezione di formaggi. Un pane che sa d’autunno per la presenza delle nocciole e della farina di castagne. Un pane soffice con una nota croccante data dai pezzetti di fave di cacao e delle nocciole tritate. Un pane che, ovviamente, è semplice da preparare, ma che sa stupire  con il suo sapore forte e originale.
Ingredienti:

  • 320 gr di farina tipo 1
  • 80 gr di farina di castagne 
  • 150 gr di lievito madre rinfrescato ( o 6 gr di lievito di birra fresco)
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 230 gr di acqua 
  • 1 cucchiaino di miele o malto d’orzo 
  • 40 gr di fave di cacao
  • 70 gr di nocciole tostate 
  • 1 cucchiaino raso di sale

Preparazione:

In una ciotola capiente mescolare le farine, il cacao, le nocciole e le fave di cacao. A parte sciogliere il lievito madre (o di birra) nell’acqua aggiungendo il miele. Aggiungere il composto alle farine e unite il sale. Impastare grossolanamente e lasciar riposare per un’ora. 

Riprendere l’impasto e formare delle pieghe. Lasciar riposare per 30 minuti e ripetere l’operazione per altre due volte.

Dare la forma alla pagnotta, incidere una croce sulla superficie e infornare in forno preriscaldato a 240 gradi. Dopo mezz’ora abbassare la temperatura a 200 gradi e lasciar cuocere altri 30 minuti.

Per una resa ottimale è bene usare una pentola con coperchio ( nel mio caso in ghisa) oppure la pietra refrattaria.

Vellutata di zucca e cavolo nero con chips e ricotta 

La cremosità e il calore di un piatto di vellutata sono proprio una coccola in una fresca serata d’autunno. Ed io non me la faccio mancare soprattutto se è a base di zucca. Questa ricetta di bluebirdkitchen, che  ho rivisitato a modo mio, sarà certamente presente molto spesso sulla mia tavola nei prossimi mesi. È davvero ottima oltre che essere velocissima da preparare

Ingredienti per 2 persone:

  • 500 gr di zucca a pezzetti 
  • 150 gr di cavolo nero
  • 1 patata grande 
  • 1/2 cipolla
  • una manciata di semi misti
  • 80 gr di ricotta vaccina
  • un cucchiaio di olio evo
  • sale q.b.
  • acqua o brodo q.b.

Preparazione:

Versare in una casseruola la zucca, la cipolla e la patata tagliate a pezzetti. Ricoprire d’acqua o di brodo e lasciar cuocere per 15 minuti. Aggiungere il cavolo nero privato delle punte che serviranno per le chips. Aggiungere il sale e lasciar andare ancora per 10 minuti o comunque finché le patate non saranno morbide. Aggiustare di sale e frullare.

A parte cuocere le cime di cavolo nero, leggermente salate, in forno ventilato a 150 gradi per circa 10 minuti o appena saranno diventate croccanti.

In un padellino tostate una manciata di semi misti ( per me zucca e girasole).

Fatto! Non resta che comporre il piatto.

Versare in una ciotola la vellutata, aggiungere la ricotta sbriciolata o delle scaglie di parmigiano, i semi, le chips di cavolo  e un bel giro d’olio.
Buon appetito!

Pane alla zucca ed è subito autunno

E ricomincio dal pane, l’alimento più semplice, buono e genuino che esista. Da qualche settimana, infatti, ho ricevuto in dono un pezzetto di lievito madre e ora non faccio altro che impastare. Il mio lievito viene da un piccolo paesino della Sicilia ed è nato dalle mani di un’anziana signora appassionata di lievitati.  Mi è stato regalato da una vicina siciliana di ritorno dalla sua terra dopo le vacanze estive. L’ho chiamato, dietro suo suggerimento, Turiddu in ricordo della terra da cui proviene.

Ho già sperimentato diverse ricette imparando a rinfrescare e impastare con forza e delicatezza. Ho provato pani tradizionali e altri più particolari. Per questa ricetta ne ho scelto uno tipico di questa stagione autunnale, contiene la zucca (la adoro!) ed é dello stesso colore giallo oro delle foglie che cadono. 

Non è un pane dolce, la zucca si sente appena per cui lo si può accompagnare a qualunque pietanza. Ottimo con il crudo o un pezzetto di parmigiano ma si abbina bene, magari leggermente tostato, anche a una confettura di frutta. Da provare!

Ingredienti

  • 200 g di farina di semola di grano duro
  • 200 g di farina tipo 0
  • 200 g di polpa di zucca cotta in forno 
  • 130 g di acqua
  • 100 g di lievito madre rinfrescato da almeno 3 ore (oppure ½ cubetto di lievito di birra fresco)
  • 8 g di sale
  • 1 cucchiaino di miele
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 rametto di rosmarino per decorare

Procedimento

  1. Cuocere la zucca in forno, prelevare la polpa e lasciarraffreddare 
  2. Sciogliere la pasta madre (o il lievito di birra) nell’ acqua, insieme ad un cucchiaino di miele
  3. Aggiungere la zucca al lievito
  4. Versare le farine a pioggia e amalgamare
  5. Aggiungere in ultimo il sale e 2 cucchiai di olio
  6. Impastare per circa 15 minuti
  7. Coprire e riporre in luogo riparato per circa 1 ora
  8. Riprendere l’impasto e capovolgerlo su un piano da lavoro infarinato e procedere con un giro di pieghe: lembo destro verso il centro, poi lembo sinistro, ed infine chiusura dei due estremi. Formare una palla e richuderla nuovamente
  9. Lasciar lievitare in frigorifero per circa 8 ore (per il lievito di birra circa 1 ora e mezza a temperatura ambiente)
  10. Tirare fuori dal frigorifero l’impasto e lasciarlo acclimatare per circa 1 ora. Poi capovolgerlo su un piano infarinato, piegarlo e dargli la forma di una palla
  11. Ungerlo con un po’ di olio e legarlo con quattro pezzi di spago unti anch’essi con l’olio,in modo da ricreare i ‘tagli’ di una zucca, senza stringere troppo. Infilzare il centro del pane con un rametto di rosmarino bagnato e privo degli aghi
  12. Trasferirlo su una leccarda rivestita di carta forno. Ungerlo ancora un po’ e riporlo a riposare in luogo riparato per circa ½ ora
  13. Portare il forno statico a 200° e infornare versando un bicchiere d’acqua sul fondo del forno e portare la temperatura a 180°
  14. Cuocere il pane per circa mezzora (verificando il grado di doratura ottenuto). Sfornarlo e rimuovere subito e delicatamente lo spago tagliandolo a pezzetti con le forbici
  15. Tagliare il pane solo quando risulterà completamente freddo

Spezzatino con patate e la carne si scioglie in bocca

Devo dire che non ho mai amato la carne rossa, fin da piccola mi rifiutavo di mangiarla o la cedevo di nascosto al mio cane che era prontamente appostato sotto al tavolo. L’ho sempre trovata un po’ gommosa e di sapore un poco gustoso. Qualche giorno fa però mio marito è tornato a casa con della tagliata di manzo di primissima scelta. Ho cominciato a guardare un po’ di ricette sui miei libri di cucina e ho deciso di provare a farne uno spezzatino. Il risultato, dopo due ore di cottura, è stato una carne tenerissima che letteralmente si scioglie in bocca. Ho mangiato per la prima volta la carne di gran gusto!

INGREDIENTI:

  • 400 gr di polpa manzo a pezzi
  • 300 gr di patate
  • 2 cucchiai di farina
  • 50 gr di cipolla, carota, sedano
  • 200 gr di passata di pomodoro
  • 1 bicchiere di vino bianco o rosso
  • 1 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • Spezie: alloro, chiodi di garofano, rosmarino
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Lavare, mondate e affettare la cipolla, il sedano e la carota. Mettere le verdure in un tegame (preferibilmente di coccio o, come nel mio caso, in ghisa) insieme ad un cucchiaio d’olio e fatele rosolare. Infarinare leggermente i pezzi di carne, metterli nel tegame e farli rosolare. Unire il vino e farlo sfumare.Unire la passata di pomodoro e acqua fino a coprire la carne. Aggiungere la foglia di alloro, il rosmarino, i chiodi di garofano, la paprica dolce, sale e pepe. Coprire con un coperchio e far cuocere a fiamma bassa per circa da 1 a due ore rigirando delicatamente lo spezzatino di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. A metà cottura aggiungere le patate tagliate in pezzi piuttosto grandi. Coprire con altro brodo e proseguire la cottura dello spezzatino con le patate per almeno un’altra ora. Servite accompagnato da crostini di pane integrale.

Riso integrale con rapa rossa e gamberetti

 Questo piatto rappresenta il mio modo di sentire la primavera: colore rosso sgargiante, sapore dolce ma fresco, profumo intenso e spaziato. È il risotto della rinascita!

  

 INGREDIENTI:

  • Riso integrale (160 gr)
  • 1 rapa rossa cotta
  • 200 gr di gamberetti 
  • 1 cucchiaio di lievito in scaglie (opzionale)
  • 1 cucchiaio di ghee (burro chiarificato)
  • Sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE:

Cuocere il riso integrale. Frullare la rapa rossa. Cuocere a vapore i gamberi e tagliarli in piccoli pezzi, tranne qualcuno che servirà come decorazione. Unire tutti gli ingredienti in una casseruola e mescolare bene facendo asciugare l’acqua in eccesso aggiungendo il lievito in scaglie ( donerà sapore). Mantecare con il ghee. Decorare con i gamberetti rimasti e il prezzemolo e servire.